prenotazione
Via Martiri di Belfiore 25 - Quistello 46026 +39 338 8655332

PRENOTAZIONETAVOLO










    Siamo pronti a condurti in un viaggio sensoriale dove il cibo diventa storia, cultura e piacere puro.
    Un viaggio fatto di eccellenze, arte gastronomica, sapori sospesi nel tempo e nello spazio.

    Un viaggio dove il gusto si fa strada, un cammino tutto da esplorare e da vivere.

    Ristorantel'Ambasciata

    Il ristorante stellato Ambasciata di Quistello racconta di magie barocche e atmosfere rinascimentali eleganti e surreali, tra pile di libri antichi, specchi imponenti, drappeggi e candelabri d’argento. Una versione sfarzosa e opulenta del “bar di Guerre Stellari”, secondo la definizione che ne diede Lucio Dalla.
    Un ambiente ricco di storia e raffinatezza, dove i piatti tipici della tradizione del gran ducato di Mantova diventano un vero e proprio patrimonio di cultura, bellezza e arte.


     

    Ilnostro Menu

    Ferma il tempo ed entra in una nuova dimensione.

    Siedi a tavola e lasciati condurre per mano dai nostri menù, pensati per essere scoperti piano piano, senza fretta. Perché in un’epoca dove tutto scorre veloce il tempo è un lusso. E i nostri sapori, come tutti i migliori piaceri del mondo, vanno gustati lentamente.


     
     
    • Uno sfarzo circense e rinascimentale è il contorno di piatti sontuosi e barocchi, l'eccesso è favorito, la misura osteggiata : i fratelli Tamani mettono in scena i fasti della gloriosa cucina Mantovana.
      Ispettori Guida Michelin
      Ispettori Guida Michelin
    • Non c’è posto al mondo in cui il palato venga soddisfatto più che in questa Mecca. Da trent’anni ogni tanto ci permettiamo il lusso di una visita all’ambasciata e ogni volta torniamo con ricordi memorabili. In quest’occasione: tagliatelle gialle con germano reale, tortelli di zucca, frittata con cipolla, fegato d’oca al Sauternes. Festival di dolci.   Da Tripadvisor
      Eugenio I.
      Eugenio I.
    • Questo è un luogo fantastico, si entra in qualcosa culinariamente paragonabile all’harem del sultano. Sovrabbondanza di libroni impilati come colonne, zuppiere, tappeti, una magnificenza che incontra nei due Tamani (Romano e Carlo) autori, attori, saltimbanchi. I piatti approfondiscono la tradizione esaltandone la perfetta attualità. Salame fatto lí, la cotoletta in realtà Wiener Schnitzel, congiungendo Milano a Vienna. Beccaccia con i chiodini. Meglio di così non si può. Da TripAdvisor
      R.F.
      R.F.